Un piano d'azione (Plan-of-Action) per accelerare l'adozione del Building Information Modeling (BIM)

Gray Structure

Divisione di Ricerca e Sviluppo

Dipartimento Futuro delle Costruzioni

10 Luglio 2020

Il BIM è il punto focale della trasformazione digitale dell'industria delle costruzioni. Purtroppo, però, il suo tasso d'adozione risulta ancora troppo basso.

Per poter tenere il passo con l'innovazione ed essere maggiormente produttiva, l'industria delle costruzioni e immobiliare (C&I) deve inderogabilmente adottare la digitalizzazione.

Il Building Information Modeling (BIM) rappresenta un importante primo step in tale direzione: il BIM è un processo collaborativo in cui tutte le parti coinvolte in un progetto usano una applicazione di progettazione tri-dimensionali, che includere ulteriori informazioni su cronoprogramma, costi, sostenibilità, operatività e manutenzione di infrastrutture ed edifici, finalizzata ad assicurare che l'informazione sia accuratamente e costantemente condivisa attraverso tutto il ciclo di vita di questi cespiti. In tale ottica, il BIM si configura come il punto focale della trasformazione digitale dell'industria delle costruzioni.

Rafforzando il potere delle nuove tecnologie come la prefabbricazione, le attrezzature automatiche e la collaborazione di squadra, il BIM favorisce la creazione di nuove linee di servizio e aiuta a determinare quali sono le più adeguate infrastrutture ed edifici a meglio complementare l'ambiente edificato esistente.

Ad ogni modo, però, il tasso di adozione del BIM è al rilento, nonostante i suoi molteplici vantaggi. Si stima che solo un-terzo delle società di costruzioni e sviluppo immobiliare riferiscano di utilizzare almeno il Livello 2 del BIM. Società di progettazione e ingegneria sono state le prime ad adottare questo processo di lavoro, seguite dalle imprese di costruzione.

 

Il BIM ha un grande potenziale per trasformare le fasi di Operations & Maintenance (O&M), ma l'adozione dagli operatori degli asset ritarda rispetto ad altri player, maggiormente perché la tecnologia è percepita come inaccurata e semplicisticamente come un'applicazione 3D. Altresì, applicazioni commerciali BIM a supporto della fase di O&M rimangono scarse. Altri deterrenti includono una mancanza di chiari benchmark per determinare il Ritorno-sull'Investimento (ROI), sostanziali costi di start-up che possono dissuadere società di progettazione e altri stakeholder dal lavorare dall'inizio a progetti utilizzando il BIM.

Al fine di identificare azioni che possano facilitare un'adozione più rapida del BIM, fornire ai player coinvolti nella catena del valore dell'industria di Costruzioni e Immobiliare la giusta motivazione e spiegazione dei benefici del BIM potrebbe servire come fondamento per una maggiore e più rapida adozione.

Questo approccio potrebbe sottolineare il potenziale del BIM come creatore di valore piuttosto che come fattore di costo. Altresì, in aggiunta ai benefici finanziari, i player potrebbero comprendere il ruolo strategico del BIM come primo step essenziale per la digitalizzazione dell'industria.

Una adozione con successo del BIM richiede un alto livello di collaborazione tra i vari stakeholder. Sviluppi in tal ottica includono un maggior uso di contratti integrati e standard aperti per la condivisione dei dati. L'adozione, altresì, richiede uno sforzo coordinato per attrarre nuovi talenti con abilità digitali e uso del BIM, aggiornare le abilità di collaboratori esistenti e cambiare la cultura aziendale per supportare nuovi processi.